Un rigore per Aseop

26/04/2015 – Modena

Sabato 25 aprile infatti, in occasione del match di campionato di serie B in programma allo stadio Braglia di Modena, i bambini di Aseop si sono improvvisati rigoristi, vivendo da protagonisti l’emozione di un tiro dagli undici metri all’interno di un vero stadio.
12 bambini dell’associazione hanno assistito gratuitamente alla sfida fra Modena e Crotone e durante l’intervallo si sono presentati sul dischetto, pronti a vivere un sogno che Decathlon e Modena Calcio hanno deciso di regalare loro.

«Desideriamo ringraziare Decathlon e Modena Calcio per la bella iniziativa che hanno deciso di dedicarci – il commento del presidente di Aseop Erio Bagni – un’opportunità unica per i nostri bambini ed un altrettanto importante attestato di stima nei confronti di Aseop. Ne siamo particolarmente felici, vista anche la portata del progetto associativo sui cui stiamo oggi convergendo le nostre forze: la realizzazione della Casa di Fausta. Un progetto ambizioso ed innovativo, che prevede la realizzazione di una casa per i bambini in cura presso il reparto di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico di Modena. La palazzina, che consterà di 12 unità abitative e diversi servizi accessori, sorge all’interno dell’area Policlinico, proprio di fianco all’ingresso del Pronto Soccorso ed i lavori di costruzione sono tutt’ora in atto. Il 28 marzo scorso abbiamo posato la prima pietra e faremo di tutto per inaugurare la Casa di Fausta entro il Natale di quest’anno. Nel frattempo, grazie alla collaborazione con 30 Ore per la Vita, chi volesse sostenere il progetto potrà farlo con inviando l’sms solidale al numero 45594».

«È un piacere poter regalare una giornata speciale a chi ha attraversato un momento così difficile – il punto di vista di Simon Pietro De Liso, Responsabile Comunicazione Decathlon Modena – Lo sport ci insegna che per vincere occorre lottare rispettando le regole. Questi bambini, invece, stanno combattendo contro un avversario che non ha regole, quindi hanno tutta la nostra ammirazione e stima. Sono un esempio per tutti noi e siamo felici di poter dare loro occasione di sorridere».

«Da sempre il Modena F.C. è sensibile alle problematiche sociali della città – la voce della società canarina, padrona di casa – Siamo stati lieti di avere avuto i bambini di Aseop in campo durante l’intervallo del match di sabato contro il Crotone, per un calcio di rigore a Ghirlo e abbiamo partecipato con entusiasmo all’iniziativa “Casa di Fausta”, che contribuisce a ridare un sorriso ai bambini ed alle loro famiglie».